catsello di cusagoFatto erigere da Bernabò Visconti tra i 1360 e il 1369, probabilmente sui resti di una fortificazione longobarda, il Castello di Cusago venne abitato per lunghi periodi dal signore di Milano, che vi si trasferiva insieme alla sua corte per sfuggire alle periodiche epidemie che colpivano la città e per cacciare, nei fitti ed estesi boschi che circondavano il paese, cinghiali, cervi, daini, e uccelli di diverse specie. La struttura è in linea con il suo scopo residenziale e non difensivo: è infatti priva di fossato, ma dotata di portone a saracinesca e di un'unica torre di guardia centrale, mentre manca di torri angolari.

Anche i successori di Bernabò, Gian Galeazzo e Giovanni Maria, soggiornarono diverse volte a Cusago tra il XIV e il XV secolo, ma il vero sviluppo si ebbe con Filippo Maria Visconti a metà del XV secolo, che ampliò il castello, realizzando il Naviglietto, che collegava Cusago al Naviglio Grande all'altezza di Gaggiano e permetteva di raggiungere Cusago da Milano esclusivamente via acqua. Dopo un lungo periodo di decadenza seguito alla morte dell’ultimo Visconti, durante il quale un edificio non lontano dal castello, la cascina Pallazzetta, venne addirittura destinato a lazzaretto durante un’epidemia di peste, Cusago risorse per volontà di Ludovico il Moro e sua moglie Beatrice d’Este.

Tra il 1485 e il 1490 il palazzo venne ricostruito e ampliato nella forma attuale e ospitò anche ambasciatori e ospiti illustri. Da Cusago il Duca impartiva i suoi ordini e si dedicava a battute di caccia e di pesca nell’ampio bosco che si estendeva fino al Ticino. Durante la dominazione francese e quella spagnola riprese il declino del castello fino a che nel 1525 Francesco II Sforza, per fronteggiare le ingenti spese richieste dalle continue guerre, cedette il castello e gran parte delle terre circostanti al banchiere milanese Massimiliano Stampa, successivamente nominato marchese di Soncino. L’ultimo marchese di Soncino, morendo senza eredi, lasciò in eredità il castello a una nobile Casati di cui era padrino.

Il castello passò quindi negli anni sessanta all’immobiliare Coriasco ed ultimamente è stato acquisito da un gruppo di privati con l’impegno di compiere i necessari restauri e quindi trovare una destinazione d’uso adeguata al suo antico splendore. L’Istituto Nazionale dei Castelli ha inserito nelle sue tradizionali visite guidate ai castelli nel mese di settembre il castello di Cusago, che ha meritato anche il 23° posto nella classifica indetta dal FAI su “I luoghi del cuore”, dove hanno trovato posto i monumenti italiani più amati.

Add comment


Security code
Refresh

10 Febbraio 2021

Morimondo: l'escursione Sentieri Antichi il 13 e 28 febbraio

Natura, storia e tanta bellezza in un luogo senza tempo, che richiama migliaia di turisti da tutta Italia, e non solo. L’escursione, condotta da una guida naturalistica del Parco del Ticino, inizia con la visita al prato cinto del Monastero Cistercense di Morimondo, luogo di preghiera, lavoro ed accoglienza fin dall’antichità. Si esce poi dalla cinta monacale per addentarsi nell’ambiente naturale attorno…
03 Febbraio 2021

Alla scoperta del Giappone rurale: un nuovo corso per Spazio Ipazia

Paesaggi, cultura materiale, arti: un excursus dalla tradizione al XXI secolo per scoprire il Giappone Rurale. Questo il focus tematico del nuovo corso tenuto da Rossella Marangoni, nipponista e docente di cultura giapponese di fama internazionale, e promosso da Spazio Ipazia in forma di webinar. Il programma:1. La civiltà contadina giapponese fra realtà e idealizzazione: un’introduzione.2. Le antiche case rurali, la…
29 Gennaio 2021

I Giorni della Merla: perché si chiamano così e quando cadono

Secondo la tradizione popolare, i Giorni della Merla sono i più freddi dell'anno. Si tratta, a seconda delle usanze locali, degli ultimi tre del mese di gennaio, ovvero il 29, il 30 e il 31 (secondo alcuni anche l'1 febbraio). Perché questo nome? Una leggenda, tramandata di generazione in generazione, vede protagonista una merla e i suoi pulcini, in origine…
22 Gennaio 2021

Sofficiotto di Bia': il nuovo dolce della Pasticceria Patrizia e Renato

Una nuova creazione zuccherina per la Pasticceria Patrizia e Renato, nel cuore del centro storico di Abbiategrasso (Corso XX Settembre, 39). Si chiama Sofficiotto di Bia', nome morbido e intrigante, come questo dolce fresco, fresco di ideazione.Facciamocelo raccontare, in attesa di gustarlo: "Una pasta lievitata con albicocca semi-candita che arriva dal Vesuvio, molto profumata, per dare un tocco in più all'impasto…
21 Gennaio 2021

Infusi e tè per ogni segno zodiacale in un 2021 tutto da sorseggiare

I segni astrologici, per come li conosciamo noi, sono codificati dai Babilonesi intorno al IV sec a.C.: viene diviso il cielo che circonda l’osservatore (lo zodiaco) in dodici sezioni, ciascuna corrispondente ad una costellazione. Ogni mese il sole, nel suo moto intorno alla Terra, ne attraversa una diversa. I segni zodiacali prendono il nome proprio da tali costellazioni. Ad ogni segno vengono…
18 Gennaio 2021

Recupero architettonico dei beni storici: etica ed equilibrio tra il passato e la contemporaneità. Il…

Un webinar di sicuro interesse, promosso dalla Delegazione FAI Ovest Milano, che vede protagonista il nostro Alberto Clementi, istrionico architetto dall'animo marcatamente artistico. Giovedì 21 gennaio alle ore 21.00 animerà la serata "ARCHITETTURA NEL RISPETTO DELLA STORIA E DELLA CONTEMPORANEITÀ ETICA". Nel dettaglio si affronterà il tema quantomai attuale del recupero architettonico dei beni storici: etica ed equilibrio tra il passato…
21 Dicembre 2020

I consigli di lettura de L'Altra Libreria: più libri più liberi

Parole, storie, emozioni. Se ci sono amici che non tradiscono mai sono proprio i libri, insostituibili complici dei momenti che ci ritagliamo fra relax, nutrimento per la psiche e carezze per il cuore. Cerchiamo sempre di dedicarci del tempo prezioso per le letture: i nostri Angela e Augusto, storici titolari de L'Altra Libreria di Abbiategrasso, ci consigliano alcuni titoli da…

Resta sempre aggiornato con la nostra Newsletter Iscriviti

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok