domenica 28 maggio 2017
Parco Naviglio


Le virtù della betulla, pianta di luce, amore e bianco splendente


Il nome betulla deriva dall'antico tedesco bircha, dalla radice indoeuropea bherg che significa bianco splendente proprio per la sua corteccia bianca, a strisce orizzontali, caratterizzata da segni neri.

Anche la dea irlandese della luce, Brigid, venerata nei giorni della Candelora, porta nel suo nome una chiara relazione con bherg.

Le betulle hanno bisogno di molta luce, hanno una folta chioma, rami delicati e piccole foglie.

Le prime versioni degli antichi Veda (testi sacri indiani) erano scritte su corteccia di betulla, e anche nell'antica Irlanda presiede l'alfabeto: la prima lettera b corrisponde a beth, betulla.

La betulla era sacra a Frigga, la consorte di Odino e, in seguito, fu associata alla dea Venere, divenendo così la manifestazione terrena della dea dell'amore.

Nello sciamanismo siberiano, la betulla rappresenta l'Albero della vita; viene venerata come la divinità della porta, che aiuta la sciamano ad entrare nel mondo spirituale e a ritornare in quello degli uomini.

Gli alchimisti l'hanno percepita come una pianta femminile, legata all'azione di Venere e della Luna piena. In questo senso è un rimedio che drena e riequilibra il sistema linfatico, utile anche per trattare i disturbi legati al ciclo mestruale.

Ha proprietà diuretiche, drenanti, antinfiammatorie, inoltre è ipotensiva e riduce i livelli di colesterolo cattivo e trigliceridi nel sangue.

Dalla betulla si ricava, forando il tronco, una linfa che, bevuta a lungo, elimina i calcoli dalla vescica e dai reni; facendo degli sciacqui cura le ulcere della bocca. Inoltre, la linfa tratta lo scorbuto, l'itterizia, la nefrite e i depositi di acido urico.

Gli estratti di betulla possono essere usati in caso di sindrome premestruale, prevenzione dei calcoli renali, edemi da insufficienza cardiaca, ipertensione arteriosa, vertigini, edemi degli arti inferiori da insufficienza venosa e cellulite.

I semi, sotto forma di macerato glicerico sono impiegati in caso di stanchezza, difficoltà di concentrazione e perdita della memoria.  

ERBORISTERIA LA VERBENA
Corso Matteotti, 55
20081, Abbiategrasso
Telefono: 02-9471665

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna






© parconaviglio.com 2010 | Tutti i diritti riservati | E' vietata la riproduzione anche parziale | P.Iva 08761490153

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’ utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi nel documento seguente. Leggi documento